domenica, maggio 14, 2006

Campioni d'Italia, grazie a quelli Veri


Loro sono i veri Campioni, ragazzi che si sono impegnati e hanno vinto quando tutti volevano distruggerli. Grandi Capitani Zambrotta & Alex.

Buffon,Abbiati,Bonnefoi;
Balzaretti,Zambrotta,Pessotto,Zebina,Chiellini,Kovac,Cannavaro,Thuram,Birindelli;
Mutu,Camoranesi,Emerson,Vieira,Blasi,Giannichedda,Olivera,Nedved;
DelPiero,Trezeguet,Zalayeta,Zlatan.

Grazie a Tutti Voi ..... Veri CAMPIONI

domenica, maggio 07, 2006

Scateniamo l' Inferno


I tifosi della Juve sono pronti a scendere in piazza. Al "Delle Alpi", contro il Palermo, sarà esposto uno striscione a sostegno della Triade, ma i capi del tifo assicurano: "Siamo pronti a organizzare un corteo e potremmo portare in piazza centomila persone per gridare la nostra esasperazione. Stiamo perdendo la pazienza: quella contro la Juve è una campagna di terrorismo sportivo e si rischia di fomentare violenza".
In uno dei momenti più difficili della centenaria storia bianconera, i tifosi della Juventus sono pronti a stringersi intorno alla squadra e alla dirigenza. Per la corsa al 29esimo scudetto, che potrebbe arrivare matematicamente domenica contro il Palermo, i tifosi della "Signora" hanno preparato uno striscione dai contenuti top-secret a sostegno della dirigenza che verrà esposto al "Delle Alpi".
Ma questo è solo l'inizio, perchè i tifosi bianconeri sono pronti a dare il via ad una vera e propria crociata.
"Siamo anche pronti a organizzare un corteo in cui, tra tutti i club, potremmo portare in piazza centomila persone - ha promesso Pier Carlo Perruquet, dirigente del "Forza Juve", uno dei maggiori club bianconeri -. Vogliamo gridare la nostra esasperazione. Stiamo ricevendo moltissime richieste da tutt'Italia. Adesso basta, stiamo perdendo la pazienza, perchè questa è una vera e propria campagna di terrorismo sportivo, ma tante illazioni malevole come quella relativa alla partita di Siena rischiano di fomentare la violenza". Il capo tifo bianconero parla poi dei torti arbitrali subiti dalla Juve in campo europeo e sui quali invece nessuno sprecherebbe una parola. E a documentarli, sarebbe già pronto un dossier.